SelVagina

Verginità: L’imene nella prima esperienza sessuale

La verginità è fisicamente visibile?

Verginità: Anatomia e lacerazione dell’imene nella vulva la prima volta.

“L’orifizio vaginale, nella donna vergine, è chiuso dall’imene, un setto muco-cutaneo previo, che viene lacerato al primo coito.”

Questa citazione è tratta dal testo di anatomia umana del 1999 ristampa del 2006, anno in cui una me 20enne frequentava la facoltà di Farmacia. 

Guarda il reel “cosa significa fare sesso?” 👉🏼 

La mia prima volta a due

Facciamo ancora dei passi indietro, e parliamo del mio primo coito con un giovane maschio penedotato.

La mia prima esperienza sessuale con un’altra persona fu molto neutra, né brutta né bella. Una cosa del tipo “tutto qui?” Faccio meglio da sola!

Ma torniamo alla narrazione romantica della mia “prima volta”. Seguirono i giorni ed il capitato scelto per questo rito di curiosità, perplesso, mi chiese: “Sei sicura di non averlo mai fatto prima?”

Una me ingenua e disinvolta rispose. “Ti pare che non mi ricorderei?”

Lui, vabbè magari non ti va di dirmelo perché “ti vergogni di dire che lo hai già fatto!”

“No, non mi vergogno, semplicemente non ho mai fatto sesso con altre persone.”

Lui. “Allora perché non ti sei fatta male? Non si è visto niente!” alludendo al sangue.

Lì mi arrivò l’offesa, per la mancanza di fiducia che mi aveva rivolto. 

Vi racconto questa storia perché le persone possono ferire per delle convinzioni che derivano da informazioni superate, antiche, che oggi la scienza ha dimostrato errate.

I miti sulla prima volta e la “perdita della verginità”

 

Tornando alla citazione iniziale, quel testo riporta una scorrettezza.
L’imene è una parte molto elastica, quasi totalmente aperta in ogni vulva, poiché permette il fluire del sangue mestruale e delle secrezioni vaginali. 


La stimolazione profonda della vagina, per la stragrande maggioranza non comporta alcun cambiamento dei genitali, né perdite ematiche.

Il dolore da “prima volta”, è spesso generato dalla rigidità della muscolatura pelvica, che risponde ad una situazione stressante, chiudendosi.

La stimolazione profonda della vagina, per la stragrande maggioranza non comporta alcun cambiamento dei genitali, né perdite ematiche.

Mi dispiace per le persone che si rivedono nella mia storia.

La letteratura scientifica crea dei falsi miti e necessita di costanti aggiornamenti e discussioni.

Ciò che possiamo fare è leggere fonti aggiornate per mantenere un alto livello di consapevolezza, così da avere il potere sulla nostra vita.

Questa motivazione mi spinge a studiare e mantenere sempre aggiornata la mia formazione!

Voi avete letto, sui social o suoi libri, qualcosa che non corrisponde alla vostra realtà?

Vuoi propormi un argomento in forma anonima? Premi questo pulsante 👉🏼

Grazie per il tempo dedicato a questa lettura, contribuendo a diffondere la gioia del benessere sessuale!

Costruiamo insieme un mondo a colori.

Francesca

Per sapere di più su di me clicca QUI

Ci vediamo sui social⚡️

Prenota la call conoscitiva telefonica gratuita

Sceglieremo insieme il percorso più adatto a te!

Lascia un commento!